Racconta la storia perfetta

Le storie a lieto fine sono quelle che preferiamo, e vogliamo che anche la tua lo sia. Leggi i tips per raccontare la tua storia nel modo più efficace.

Tanto amore e qualche suggerimento utile

Alla base di un appello o un progetto ben riusciti ci sono spontaneità e azione, guidati da una buona pianificazione e alcune buone pratiche. Questi sono i nostri suggerimenti per personal fundraiser
e non-profit.

  • Pianifica

    Prima di iniziare, pianifica il tuo Appello: per chi lo stai facendo? Perché lo fai? Qual è il tuo obiettivo? Cosa vuoi ottenere? A chi lo dirai?

  • Prepara un piano di condivisione

    Pianifica in che modo condividerai l’Appello: stabilisci un calendario per la pubblicazione degli aggiornamenti sui social e via email, fai appassionare i sostenitori alla tua causa.

  • Metti la tua foto profilo

    Fai vedere chi sei ai tuoi sostenitori, scegli una foto in cui sia ben visibile il tuo viso, meglio ancora se sorridente.

  • Pensa ai tuoi amici

    Quando scrivi, ricorda che stai parlando ai tuoi amici. Non cercare di essere diverso da ciò che sei, sii spontaneo e vedrai che riuscirai a coinvolgerli senza grandi sforzi.

  • Parla di te

    Racconta ai tuoi donatori chi sei e cosa ti spinge. Chi ti conosce scoprirà un nuovo lato di te, chi non ti conosce avrà più informazioni per decidere se sostenerti.

  • Scrivi un titolo chiaro

    Il titolo deve essere diretto e comprensibile, deve dire immediatamente e in poche parole cosa vuoi fare e per chi.

  • Lascia stare i dettagli

    È compito della Organizzazione Non Profit inserire i dettagli tecnici del Progetto. Lo stesso vale per le informazioni sui costi delle singole attività: li hai ricevuti direttamente dalla Organizazione, per esempio in una lettera di aiuto? Va bene. Altrimenti, non inventarli!

  • Una giusta sintesi

    Una buona descrizione breve deve presentare chiaramente cosa accadrà in caso di successo e quando accadrà.

  • Sii social

    Sfrutta tutti i mezzi di comunicazione che ritieni utili al raggiungimento del tuo obiettivo. I social network sono un ottimo posto per iniziare, ma pensa anche a cosa potresti fare offline.

  • Un video vale più di 1000 parole

    Racconta la tua impresa con un video, anche con mezzi amatoriali. L’importante è decidere una scaletta dei contenuti prima di iniziare. Un Appello con video ha l’80% in più di possibilità di raggiungere l’obiettivo.

  • Mostra disponibilità

    Il tuo Appello potrebbe ricevere dei commenti positivi, ma anche negativi. Sii sempre cordiale e disponibile al dialogo, ringrazia sempre chi ha appena fatto una donazione e lasciato un commento.

  • Grazie, grazie, grazie

    La prima regola del fundraising è ringraziare. Ricorda sempre di ringraziare chi fa una donazione, al raggiungimento dell’obiettivo e a conclusione del Progetto.

  • Pianifica

    Inizia con la pianificazione: obiettivi del Progetto, impatto, a chi ti rivolgi. Decidi se vuoi raccogliere fondi in modo permanente o se con un obiettivo specifico

  • Chi saranno i tuoi sostenitori?

    Prima di scrivere il Progetto decidi a chi vuoi rivolgerti. Se sei nuovo al fundraising parla ai tuoi possibili donatori, se hai già esperienza di raccolta fondi punta anche sui personal fundraiser.

  • Prepara un piano di condivisione

    Pianifica come diffonderai il Progetto: stabilisci un calendario per la pubblicazione degli aggiornamenti sui social e via email, coinvolgi ed entusiasma i tuoi sostenitori.

  • Scrivi un titolo chiaro

    Il titolo del Progetto deve essere diretto e chiaro, deve comunicare immediatamente quale problema vuoi risolvere e per chi.

  • Tecnico, ma comprensibile

    Come Organizzazione Non Profit dovrai presentare tutti i dettagli tecnici del tuo Progetto, ma ricorda che stai parlando anche ai non addetti ai lavori, quindi usa un linguaggio semplice e sii te stesso

  • Racconta l’impatto che vuoi avere

    Il focus del tuo Progetto deve essere l'impatto che avrà sui beneficiari. Per esempio, invece di dire “vogliamo costruire una scuola con dei laboratori” sarà più efficace dire “vogliamo permettere ai bambini del villaggio di frequentare la scuola e i laboratori”

  • Incentiva i donatori

    I tuoi sostenitori saranno felici di contribuire alla soluzione del problema, ma un incentivo non guasta. Verifica quali agevolazioni fiscali puoi offrire e per quali Paesi.

  • Mostra il prima e il dopo

    Mostra le immagini del problema e della possibile soluzione (anche se non c’è ancora, usa immagini che facciano vedere il problema risolto), in modo da rendere esplicita l’importanza del contributo dei sostenitori.

  • Rispetta la dignità

    Rimuoveremo le foto che riterremo offensive della dignità umana. Evita di rappresentare il problema con volgarità, provocazioni o aggressività verso chi legge.

  • Emoziona con un video

    Fai un video breve, cercando di mantenerti entro 2–3 minuti di durata. Crea una scaletta dei contenuti per evitare confusione. Un testimonial va bene, ma è meglio se lasci il racconto a chi è sul campo e si sta occupando del Progetto.

  • Sii onesto

    Se non riesci a raggiungere l’obiettivo, puoi cambiare e ridimensionare la tua soluzione in base ai fondi raccolti. Non c’è alcun problema, l’importante è comunicarlo ai tuoi sostenitori.

  • Ringrazia sempre

    Ricordati di ringraziare i donatori quando donano per un Progetto o per un Appello. E ringrazia i personal fundraiser per il loro supporto.

Leggi il nostro manuale d'uso

È possibile che qualcun altro abbia già incontrato il tuo stesso problema o lo stesso dubbio. Prova a cercare la risposta nel nostro manuale.

Leggi il Manuale d'uso

Non farti prendere dal panico, siamo qui

Se hai ancora bisogno d’aiuto, puoi contattare il nostro customer care che ti aiuterà a risolvere qualsiasi problema.

Parla con noi