Un Appello di

stefano gaviglio stefano gaviglio Milano, MI, Italia

A sostegno di

Vimala Brief description

Save Tibet. Un aiuto ai profughi tibetani.

di stefano gaviglio
Save Tibet. Un aiuto ai profughi tibetani.
 
€ 215 raggiunti

Scegliere il sostegno a distanza di un “tibetano” è anche scegliere di sostenere una cultura millenaria a rischio di estinzione.

A distanza potete scegliere di aiutare un bimbo a studiare, ma potete anche sostenere un nonno o una nonna, o un piccolo monaco! I nonni tibetani sono considerati il cuore autentico di quel Tibet ormai lontano…

Attraverso questo rapporto, dapprima epistolare e poi, ove auspicato, anche personale, si vuole mandare un segnale non solo di sostegno economico ma di vera solidarietà con il popolo tibetano, abbandonato da tutto il mondo così attento a non urtare la sensibilità dei cinesi, che tuttora agiscono industurbati verso un vero e proprio genocidio culturale.

Sarà un modo per avvicinarsi a questo popolo in esilio da ormai più di 50 anni, ignorato da tutti.

Lo stato indiano ha destinato diverse aeree in tutta l’india ai circa 190.000 rifugiati tibetani dalle persecuzioni cinesi.

Sono vere e proprie colonie, e Bylakuppe, area dove opera l’associazione Vimala, è uno dei primi e più estesi, nel sud dell’India, per ettari e per quantità di popolazione.

Si trova nel Karnataka a 4 ore da Bangalore e un’ora della splendida città indiana di Mysore.

Ci sono tanti anziani negli ospizi dei campi profughi, la cui famiglia è rimasta in Tibet, o non c’è più, ai quali sapere che qualcuno, in qualche parte del mondo, pensa a loro, dona gioia e sicurezza.

Il primo sostegno a distanza è iniziato nel 1987 e ad oggi sono state aiutate circa 2’000 persone tra anziani, i “nonni”, bambini e monaci.

Sono stati costruiti ospizi, scuole ed ospedali in un contesto davvero difficile.

Regolarmente vengono spedite foto e lettere per mantenere un legame e dar notizie sull’andamento scolastico, ma non solo!

C’è anche la grande possibilità di recarsi nei campi profughi per conoscere i propri bambini o i propri nonni… il rapporto tra benefattori e assistiti è molto diretto e col tempo si instaurano delle vere e proprie amicizie.

Un'esperienza umana e culturale da non perdere!

L’aiuto offerto è utilizzato per l’acquisto di libri scolastici, vestiti, e di volta in volta ciò che occorre maggiormente per far fronte alle varie necessità.

Se volete sostenere a distanza un bimbo, un nonno o un monaco tibetano potete contattare debbie@associazionevimala.org, ma ORA grazie a questa fondazione potete farlo anche facilmente da qui. Ogni contributo è davvero importante per migliorare le condizioni di vita di quei profughi, bimbi o anziani che siano.

Once done.., non mi resta che augurarVi di fare un viaggio in India andando a trovare il vostro o la vostra bimbo/a o nonno/a adottato/a, nei campi profughi tibetani, sarà un viaggio diverso dai soliti, si potrà unire il turismo alla solidarietà.

Om mani padme hum

www.associazionevimala.org

 

Un Appello di

stefano gaviglio stefano gaviglio Milano, MI, Italia

A sostegno di

Vimala Brief description
Alba Arias Turiel27.01.2017Nessun commento
€ 50,00
Ludovica Santini27.01.2017Un aiuto per questo progetto grazie alla bella iniziativa di Fabio e Vittoria
€ 50,00
Utente anonimo12.01.2017Nessun commento
€ ---
Daniel de Winter-Brown03.01.2017Nessun commento
€ 50,00
stefano gaviglio29.12.2016Un aiuto agli ultimi, profughi da decenni, ignorati dal mondo. In pace e con compassione verso tutti gli esseri senzienti. Save Tibet. Grazie
€ 50,00
Condividi